Venerdì, 31 Gennaio 1997

Parco Adamello-Brenta: 1997 l'anno del piano. La Giunta approva programma annuale e bilanci

E' il "progetto orso" uno degli impegni più importanti e qualificanti contenuti nel programma annuale di gestione 1997 dell'Ente Parco Adamello-Brenta. Il documento illustrato dall'assessore Dario Pallaoro ed approvato dalla Giunta provinciale assieme al Bilancio di previsione 1997 ed al Bilancio pluriennale 1997- 1999 è articolato su sette aree di intervento. L'ultima parte è stata introdotta con il programma approvato oggi e riguarda la promozione dell'immagine del Parco, sia a livello delle popolazioni locali, che a livello nazionale ed internazionale.
Il "progetto orso", che prevede il rinsanguamento dell'orso bruno nella zona orientale del Brenta oltre a vari studi, è stato ampliato grazie all'intervento della Comunità europea che sul "Programma Life" ha stanziato 600 milioni a favore di questa iniziativa. Nel 1997 sono attese anche le autorizzazioni da parte del Ministero della Sanità e dell'Ambiente riguardo alla fattibilità del progetto. Per gli investimenti richiesti da segnalare nel programma anche gli interventi per le infrastrutture al servizio del Parco e in particolare il centro visitatori a Daone, la realizzazione dell'orto botanico a Stenico e l'acquisto di un terreno a Strembo per la costruzione della nuova sede. Perfezionato l'acquisto di Casa Grandi a Tuenno sono in fase di appalto anche i lavori per la ristrutturazione di Corte Franca a Spormaggiore. Obiettivo di questo sforzo strutturale è l'operatività delle sedi periferiche, per far sì che il Parco sia presente concretamente su tutto il territorio.
Altre aree che hanno caratterizzato gli interventi del Parco riguardano la conservazione del territorio (raccolta rifiuti, controllo traffico veicolare, servizio bus- navetta, manutenzione viabilità ed infrastrutture); gli indennizzi per il mancato taglio del bosco; la ricerca scientifica (alcuni studi sono stati già iniziati negli anni scorsi, altri - come quello relativo al lago di Tovel - prenderanno avvio nel corso del 1997); l'educazione naturalistica (è previsto il rinnovamento del materiale informativo, la realizzazione di una biblioteca, la costituzione di un erbario tradizionale e fotografico, riprenderà il notiziario del Parco).
Per tutti questi interventi è previsto nel 1997 un investimento di 4 miliardi e 490 milioni. Riguardo al Bilancio pluriennale 1997-1999, al netto delle spese per il funzionamento, l'Ente parco prevede un totale a pareggio nel 1997 di 1 miliardo 718 milioni; nel 1998 di 1 miliardo 763 milioni; nel 1999 di 1 miliardo 763 milioni.

Comunicato 75

ORSO